Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Privacy policy
Seguici su
cerca

Castello

Castello Medievale

Dopo l’iniziale fase arcaica e la splendida fase ellenistico-romana, a Segesta è attestato un importante periodo durante l’età medievale: la città in quel periodo aveva la sua roccaforte nel Castello,

posto sulla sommità del Monte Barbaro, oggi fra il teatro di età ellenistica e la chiesa quattrocentesca.

Il Castello, o per meglio dire, la dimora del signore che agli inizi del XIII sec. si stabilì sulla cima del Monte Barbaro, era organizzato intorno ad un cortile centrale pavimentato in mattoni.

Della costruzione originaria rimane solo il piano terra, ma era certamente dotata di un piano superiore che costituiva la parte propriamente residenziale della famiglia del signore. L’altezza complessiva della costruzione doveva aggirarsi intorno agli 8-10 metri.

Al piano terra, il buono stato delle strutture e degli strati archeologici ha permesso di ipotizzare le possibili funzioni dei diversi ambienti. Nell’estremità sud-orientale era posizionata la latrina, con adiacente un vano scale di collegamento con il piano superiore. Nell’estremità nord-orientale si trovava una legnaia. Nell’ambiente più settentrionale è stato trovato un deposito con numerose anfore vinarie. Le due stanze a Sud. dotate di pavimenti in cocciopesto ed intonacate, avevano probabilmente funzioni di rappresentanza. Sulla fronte dovevano trovarsi le cucine ed un altro deposito.

La vita della dimora signorile si svolse tutta nel corso del 1200: sorta agli inizi del secolo, venne ristrutturata nel secondo quarto, poi abbandonata intorno alla metà del secolo. La sua rovina si protrasse per molto tempo e fu comunque molto graduale, non escludendo anche le funzioni di rustico ricovero. Prima dell’ inizio degli scavi (1989-1995), era totalmente ricoperta di terra, sassi e vegetazione che ne nascondevano l’effettiva consistenza.